Scrivere per il web: guida rapida alla redazione dei contenuti

Hai realizzato un sito web ma non sai come renderlo vivo e pulsante? E’ il momento di occuparsi dei contenuti, vale a dire le vere e proprie informazioni che si vogliono comunicare esternamente ai nostri utenti. Una volta definita l’infrastruttura tecnica e le peculiarità funzionali del sito, avremo a disposizione quella che si può definire una scatola vuota, vale a dire un’interfaccia grafica che deve essere riempita. Ecco quindi che si rende necessario identificare la figura del direttore editoriale (o content manager), il cui ruolo è appunto quello di inserire i testi e le informazioni basilari per rendere completo e fruibile un sito web. Avendo già delineato in precedenza quali possono essere alcune idee per gli argomenti da trattare, occupiamoci ora delle migliori tecniche e strategie per massimizzare l’efficacia della scrittura on-line.

Lo stile del testo

L’utente che visita un sito non legge in maniera tradizionale ma scorre le pagine seguendo un tracciato non lineare, analizzando i vari blocchi con uno sguardo simile a quello che si dà alle pagine dei quotidiani. E’ indispensabile quindi un’opera di formattazione dei vari periodi, utilizzando alcuni principi fondamentali:

  1. Testi fluidi, densi e concisi, cercando sempre di dimezzare la quantità dei termini utilizzati in un testo tradizionale
  2. Compattezza dei blocchi di testo, per ridurre al minimo lo scrolling dello schermo
  3. Paragrafi brevi, intervallati da una doppia interlinea che dia un aspetto armonico e proporzionato alla pagina
  4. Utilizzo ampio di titoli e sottotitoli
  5. Utilizzo del grassetto per evidenziare le frasi importanti e le parole chiave che si intendono risaltare
  6. Presenza di collegamenti ipertestuali (links) per rimandare ai vari approfondimenti, linkando direttamente il nome del contenuto per evitare la forma obsoleta “Clicca qui per”
  7. Leggibilità del carattere: il font scelto deve essere di dimensioni e colore adeguati alla lettura sui vari dispositivi, seguendo possibilmente la norma classica dei testi scuri su sfondi chiari
  8. Ortografia, grammatica e punteggiatura: non eccedere nei corsivi e nei virgolettati,  ridurre al minimo la terminologia tecnica e quella in lingua inglese, non utilizzare il maiuscolo per intere frasi, rileggere più volte (anche a voce alta) prima di pubblicare, ecc.

Come rivolgersi all’utente

Stabilire la forma comunicativa con la quale ci rivolgiamo all’interlocutore può modificare la piacevolezza e l’impatto dei nostri scritti, con l’effetto di renderli più o meno gradevoli e coinvolgenti. Solitamente è preferibile utilizzare la forma familiare, dando cioè del tu al lettore (es. “inserisci il nome utente”). Per quanto riguarda l’autore, ovvero il soggetto, nel caso di entità professionali o aziendali la forma migliore è sicuramente il plurale maiestatis (noi). Da evitare le forme cortesi e distaccate come il lei (“inserisca il nome utente”), o quelle troppo impersonali con il verbo coniugato all’infinito (“inserire il nome utente”).

Le traduzioni in lingua

Molte aziende che lavorano con l’estero hanno la necessità di redigere i testi nelle principali lingue straniere dei paesi di riferimento. Per rendere efficace l’accesso dell’utenza estera serve quindi un’opera di traduzione specifica: è consigliabile rivolgersi sempre a studi di interpreti professionali, possibilmente madrelingua, che abbiano la capacità di restituire alla perfezione il significato dei testi. Sono ovviamente da evitare i traduttori automatici i quali, per quanto evoluti e sofisticati, non sono ad oggi ancora all’altezza del compito, dimostrando gravi carenze nel confrontarsi con la terminologia tecnica, i modi di dire, le simbologie e le metafore dei diversi idiomi. A livello informatico toccherà invece al webmaster dotare il sito di un sistema automatico di geolocalizzazione, al fine di fornire immediatamente all’utente le pagine con la lingua appropriata.

Ottimizzare i contenuti per i motori di ricerca

Nonostante le varie tecniche di ottimizzazione delle pagine web siano compito degli analisti che si occupano specificamente di indicizzazione, è importante che nello scrivere per il web si tenga sempre presente qualche regola fondamentale che aiuti fin da subito gli spider dei motori di ricerca a localizzare facilmente i nostri contenuti. Una volta identificata la parola chiave principale del nostro testo sarà buona norma cercare di inserirla:

  1. Nel titolo del testo
  2. Nel testo vero e proprio
  3. Nel titolo pagina (tag “title” del codice sorgente)
  4. Nella descrizione pagina (tag “description” del codice sorgente)
  5. Nell’url della pagina (il nome personalizzato che compare nella barra indirizzi del browser)

Migliora i tuoi contenuti online

Per essere sempre informato sulle nuove tecniche
e strategie di miglioramento del tuo sito web
iscriviti alla Newsletter STUDIO BYEZ